Fondamenti di Street Photography: la fotografia di Hannah Starkey

 ©Hannah Starkey, Untitled, October 1998

©Hannah Starkey, Untitled, October 1998

La città di Londra è il prestigioso sfondo delle fotografie di Hannah Starkey. 

Le donne che popolano le sue fotografie sono sospese in una realtà parallela. Immerse nella frenesia della metropoli ne restituiscono una visione sorprendentemente poetica, riflessiva e meditativa.

Questa omogeneità stilistica è data soprattutto dal metodo di scatto utilizzato dalla fotografa. Tutte le sue fotografie sono attentamente studiate e costruite interamente da zero, attraverso luci, attori ed una macchina a pellicola di grande formato per garantire la maggiore qualità possibile.

 ©Hannah Starkey, Untitled, May 1997

©Hannah Starkey, Untitled, May 1997

Le fotografie di Hannah Starkey giocano quindi su un paradosso: per restituire al meglio la naturalezza del quotidiano, sfruttano il massimo dell’artificialità

Tutti noi viviamo quotidianamente nelle nostre città momenti in cui il tempo sembra essersi fermato, attimi in cui immersi nella folla ci scopriamo improvvisamente a fissare un punto indefinito nel vuoto, sovrappensiero. 

La fotografie di Hannah Starkey non fanno altro che portare questi attimi dimenticati della nostra vita all’interno di una poetica fotografica. Lo fanno attraverso la cura attenta dei particolari che entrano nella foto, nella continua contrapposizione tra spazi aperti e spazi chiusi e nella loro perfetta congiunzione (gli specchi e le riflessioni), attraverso sguardi sapientemente cinematografici di attori che sembrano parlaci soprattutto delle nostre fragilità interiori.

 ©Hannah Starkey, Untitled, October 1998

©Hannah Starkey, Untitled, October 1998

Hannah Starkey con la sua fotografia sembra chiederci se siamo davvero sicuri di quello che stiamo guardando? Le sue sembrano immagini rubate (candid) ed invece sono attentamente studiate (staged). 

Sembrano addirittura domandarci se siamo davvero sicuri che si tratti realmente di street photography? I puristi (e moralisti!) del genere sicuramente risponderanno di no, ma cosa avrebbero risposto vedendo solo le immagini della fotografa senza leggere questo articolo? 

E la fotografia è davvero un atto così semplice come si pensa? Basta davvero guardare una fotografia per essere convinti di guardare la realtà? 

Non ci scordiamo il punto di vista, anche, e soprattutto, nella street photography.

                ©Hannah Starkey, Untitled, November, 2007

               ©Hannah Starkey, Untitled, November, 2007

 ©Hannah Starkey, Untitled, 2010

©Hannah Starkey, Untitled, 2010

Valerio Cappabianca

Valerio Cappabianca